giovedì 31 luglio 2014

Mixed media

Ormai sulla scia della pazzia più incontenibile che si possa pensare oggi voglio parlare dei mixed media. E' una tecnica di decorazione che io reputo quale top della creatività, è il sistema più libero e allo stesso tempo riconoscibile nel contesto scrap in cui mi sia mai imbattuta, assistere ad un tutorial sulla realizzazione di un mixed media è un'esperienza unica, un'onda travolgente che spegne ogni altro interesse e pensiero possa essere presente in quel momento nella testa... o quantomeno questo è ciò che ho provato io. Come già sapete il mio continuo navigare per il web alla ricerca continua di novità, spunti e nuove tecniche ogni tanto dà i suoi frutti e in questo caso altro che frutti... piantagioni di frutti... non penso ad altro... ho già comprato di tutto di più per provare a fare qualcosa sui generis perchè la voglia e l'entusiasmo è incontenibile, farei quello tutto il giorno e tutti i giorni e quando non posso apprestarmi a pacioccare con colori e paste ci penso di frequente... insomma una droga ... un'altra.
In pratica questa tecnica combina sia il genere canonico legato all'uso di fustelle per lo scrap sia l'arte di coloro che creano dal nulla usando qualunque materiale anche il meno indicato per questo contesto creativo. In più esistono specifici strumenti, attrezzi, materiali, abbellimenti per elaborare progetti in mixed media, esistono decori in garza apposita per dare particolari effetti materici, decori in legno, paste di tutti i generi per non parlare dei colori, in pasta, liquidi, spray... davvero da impazzirci.
Addirittura ne sono stata talmente rapita che voglio cimentarmi in questa tecnica realizzando un album che tra l'altro è destinato ad una nonna e che conterrà le foto dei suoi tre nipotini... chissà se riuscirò a conquistarla anche con questo stile che con l'alcova familiare non ha molto a che spartire, è una bella sfida ma sono determinata e vado dritta alla meta.
Per ora mentre l'album sta cominciando a prendere forma ho realizzato questa card sullo stile e una volta consegnata vi dirò se è piaciuta... chissà... incrociate le dita x me!!!
Eccola a voi in anteprima.



martedì 29 luglio 2014

kesi'art o technique tuesday?

Vorrei dedicare un post ai prodotti citati nel titolo. Ultimamente mi sono fissata su questi due marchi perchè soprattutto per i timbri trovo che abbiano un layout davvero originale e molto affine ai miei gusti. Kesi'art è un marchio francese mentre technique tuesday è americano. Del primo amo molto anche le fustelle, le famose mètaliks che sicuramente conoscerete mentre del secondo devo confessare che le fustelle non mi fanno impazzire ma in compenso i timbri sono davvero cool. 
E' una scoperta continua, forse kesi'art ha una gamma di prodotti molto più ampia ed infatti ne ho già collezionate diverse anche se non sono mai abbastanza mentre della technique per il momento dispongo di un solo timbro comprato da timbroscrapmania ed un altro vinto ad un'asta su ebay che spero mi arrivi presto. Sono prodotti che in Italia hanno diversi negozi on-line anche se io ultimamente ho comprato soprattutto da siti francesi in occasione di sconti e promozioni varie ma siccome mi sono incaponita a volerne alcuni ben specifici che non tutti hanno mi sto organizzando con alcune amiche per fare un ordine cumulativo in Italia e abbattere così le spese di spedizioni per potermi accaparrare l'attuale oggetto del desiderio.
A giudicare dalle battute dei post letti nei vari gruppi a tema direi che siam tutte ben prese e in costante allerta su possibili occasioni di sconto e promozioni varie da parte dei siti da cui abitualmente ci serviamo... io ad ogni arrivo di newsletter tremo perchè già so che se oltre alle info sulle new entry ci fosse qualche lancio di campagna sconti la mia carta di credito può cominciare a tremare.
Sono talmente vergognata che ho pure smesso di fare i video perchè mi sembra di essere ormai una malata cronica che non può star senza comprare... eppure se di malattia si tratta conosco una marea di altre ragazze colpite dallo stesso virus fulminante... lo scrap-virus!
Mentre spasimo in cerca di nuovi colpi da mettere a segno vi lascio con i miei prossimi acquisti, ancora da piazzare ma che al momento sono al centro dei miei pensieri.



giovedì 24 luglio 2014

La prima volta con la Fourmi Creative.

Finalmente ieri è arrivato il pacco di materiale scrap con ben due ordini piazzati contemporaneamente lo stesso giorno da La fourmi creative. A sto giro mi son data a timbri ed embellishment e ho fatto davvero incetta di tutto di più perchè c'erano ottimi sconti, la possibilità di usufruire della spedizione gratuita al raggiungimento dei € 60,00 di spesa ed anche un piccolo cadeau.
E' stata la prima volta che acquistavo da questo sito francese perchè di solito io compro da variation creatives ma devo dire che a parte i tempi di consegna un pò più lunghi questo nuovo sito mi ha soddisfatto. Hanno una varietà di articoli davvero notevole e i prezzi sono concorrenziali senza considerare che spesso applicano vari sconti ai prodotti.
Cercavo una specifica fustella della kesi'art e qui l'ho trovata, un paio di timbri sempre kesi'art ed avevano anche quelli, ovviamente potendo avrei comprato mezzo negozio ma dovendomi contenere ho scelto proprio solo ciò che che mi sarebbe servito per i progetti che ho in mente di realizzare in questo momento. Non so per quale arcano motivo mentre sono al lavoro in mezzo a ritagli di carta, colla ovunque, bottoni, nastrini e merletti finisco sempre per dirmi che mi manca un determinato oggetto che in quel momento sembra essere focale per la riuscita del progetto. Ovviamente non è vero.... mento spudoratamente a me stessa solo x poter giustificare altri forsennati acquisti perchè ho i cassetti e i mobili stessi che rischiano l'esplosione ad ogni apertura tanta è la roba che contengono, così tanta che spesso scopro timbri o fustelle che non ricordavo nemmeno di avere e ovviamente è impossibile avere memoria di tutto ciò che possiedo per cui la soluzione più intelligente sarebbe quella di sospendere gli acquisti e provare a realizzare i miei progetti avvalendomi del nutrito materiale già a mie mani invece di continuare in modo quasi compulsivo a fare incetta di qualunque cosa desti la mia curiosità.
Ormai sono irrecuperabile, ne ho le prove!!!! Qui di seguito il video degli ultimi arrivi da la fourmi... buona visione...;)

martedì 22 luglio 2014

Badge button mania

Durante il passato week-end ho fatto un'ennesima scoperta che come tutte le precedenti mi ha folgorato e spinta a smanettare a raffica sul web alla ricerca di info e approfondimenti sul nuovo "embolo" appena nato.
L'oggetto del desiderio è un oggetto che ho riscoperto inaspettatamente perchè assai famoso ai tempi della mia gioventù, secoli or sono, trattasi dei badge button ossia di quei tondelli lucidi che nei lontani anni '80 erano un elemento di distinzione tra i paninari che li sfoggiavano su giubbotti o borse applicati come spille. Non so se ricordate tutti frutti di Fiorucci piuttosto che i milioni di tappi della coca cola o i vari smile su sfondo giallo che sopra queste spillette venivano impressi, bè io ho avuto un flash quando ho scoperto che in versione embellishment senza ago posteriore questi badge sono molto usati nello scrapbooking per decorare album, sketch, tag e via discorrendo. Navigando nel web ne ho scoperte una quantità infinita di tipologie, misure ed utilizzi ovviamente.
Il bello di tutto ciò però deve ancora venire, infatti esistono vari modelli di macchine del tutto manuali che in modo assai semplice permettono di realizzarli in totale autonomia. In sostanza è sufficiente un qualunque programma di disegno o di grafica e questa macchina permette di personalizzare questi badge con monogrammi, disegni, frasi, insomma qualunque disegno può diventare il soggetto di un badge button ed io che sono una patita della personalizzazione ho già deciso che questa macchina sarà mia!!!!
Il costo non è contenuto anche perchè trattasi di oggetto di importazione americana, manco a dirlo, e in europa chi la vende applica prezzi folli soprattutto perchè anche i supporti in metallo non costano pochissimo, al momento la mia ricerca non ha prodotti risultati positivi ma non mi arrendo e conto di spuntarla prima o poi.
Per il momento vi mostro alcuni esempi di badge button per darvi un'idea di cosa siano in attesa che arrivino i container che ho comprato e che vi mostrerò quanto prima.






Ed ecco alcuni esempi di come è possibile impiegarli al meglio nello scrap, io adoro l'effetto che se ne ottiene e voglio quanto prima averne qualcuno da usare sui miei lavori. Magari voi già li conoscevate e magari già li usate o addirittura avete scoperto un modo per realizzarli in economia, in tal caso sono curiosissima di sapere cosa ne è venuto fuori. 
Fatemi sapere.






mercoledì 16 luglio 2014

E sketch sia!!!!

Con l'arrivo delle nuove fustelle da Europa e Australia ho provato a realizzare altri sketch senza seguire un layout di riferimento ma affidandomi solo all'intuizione per sperimentare ed acquisire un pò di sicurezza nel maneggiare questi nuovi strumenti come il gesso e gli inchiostri liquidi.
Ho provato a seguirne uno scelto fra quelli che vi ho mostrato ma ci vuole allenamento perchè non riesco ad attenermi allo schema, parto con tutte le migliori intenzioni ma poi comincio a cambiare una cosa, a spostarne un'altra e alla fine non somiglia per nulla all'esempio da cui son partita. Non voglio demordere nel senso che ci riproverò ancora finchè riuscirò a seguire tutti gli elementi e tutte le disposizioni del layout disegnato, per ora tra i vari tentativi più o meno riusciti ho realizzato questi due.







lunedì 14 luglio 2014

Dall'Australia col furgone

Abemus fustelle!!!! Per questa tornata di fustelle è stata una vera agonia attenderne la consegna, ecco perchè mi lementavo!!!! Le ho fortemente volute e ora che le ho ricevute mi sono accorta che alcune non erano esattamente ciò che volevo, ho cannato alcune misure e le spellbinders restano un interrogativo sul perchè costino così tanto visto che poi la fustella in sè, al di là della bellezza, non è realizzata benissimo considerando che per estrarre il fustellato spesso si rischia di romperlo. Sono questi degli aspetti che chi utilizza la big shot nota e tiene in alta considerazione. Al di là di questo però il contenuto del pacco può dirsi di gran soddisfazione, non vedo l'ora di iniziare a provarle su qualche progetto.
Stay tuned!


giovedì 10 luglio 2014

A volte ritornano... anche i postini.

Evviva evviva evviva, dopo giorni e giorni di totale silenzio il mio mitico postino ha deciso di passare a farmi visita e mi ha portato un pò di pacchi che aspettavo con tanta ansia. Due giorni di beatitudine a rimirare queste meraviglie, che tali appariranno solo a voi compagne di sogni scrapposi, meraviglie che oltretutto non ho ancora avuto modo di provare e testare anche per voi che mi seguite. In aggiunta esco pochissimo tant'è che la mia vita sociale è ridotta ai minimi termini ma ogni tanto tocca pure risorgere dalle coltri di casa e concedersi qualche oretta con amiche che diversamente non vedrei mai anche se questi appuntamenti coincidono come in quest'occassione con l'arrivo del postino. Son comunque riuscita a girare il video dei due pacchi di Craftie Charlie e Timbroscrapmania ma non quello di Craftie Cafe che è arrivato ieri per il quale vi rimando al prossimo post.
Spero durante il week-end entrante di riuscire anche a realizzare qualche progetto da mostrarvi per meglio apprezzare tutto questo bagaglio di fustelle e timbri ora in mio possesso.
Buona visione.




lunedì 7 luglio 2014

Un mito d'autore "Hugo Pratt"

Come già anticipato nell'ultimo post oggi vi presento il mio secondo sketch e come già detto siccome non sono amante delle foto e quindi non ne ho di mie da usare ho deciso di riesumare i personaggi della mia mitologia e usarli per esercitarmi con i layout.
Forse a sto giro ho pasticciato un pò troppo, mi sono lasciata trasportare dall'enfasi e ho forse abusato un pò  troppo di timbri e decori. Sono partita con lo stencil materico di tim holtz che realizza degli orologi con numeri romani sul quale ho steso del gesso handmade, il passo successivo è stato quello di scegliere i decori per cui per mantenere un filo conduttore all'insieme ho fustellato l'orologio di tim holtz con la relativa bigz e successivamente ho timbrato a random con alcuni timbri di l'encre e l'image e stampin up. Ho aggiunto delle strisce decorate con due punch ek success usando del cartoncino rosso mattone e avorio per contornare la foto ed infine qualche fiore, un banner con relativo timbro della sizzix, un bottone a forma di cuore e qualche svirgolo hanno completato il tutto.
In attesa che il postino si decida a consegnarmi tutti i pacchi che sto aspettando io continuo a speriementare...stay tuned.


venerdì 4 luglio 2014

Sketches

Nonostante io trascorra parecchie ore al pc a visitare siti, video tutorial e quant'altro riesco sempre prima o poi ad imbattermi in qualcosa di nuovo, sconvolgente, illuminante e molto ma molto creativo. Capita appunto che dopo ore di giorni, di settimane, di mesi di vagabondaggio per l'etere si finisca per essere travolti da ciò che da quel momento diventa bibbia, diventa un progetto inderogabile ed improcrastinabile a cui dedicarsi. Questo mi è successo poco tempo fa quando mi sono imbattuta nei cosiddetti "sketch" o "layout" non ho ancora capito bene quale sia il termine più corretto. Sul web li chiamano sketch mentre su facebook, all'interno dei gruppi a tema scrap, spesso vengono citati come layout. Comunque sia poco importa, sta di fatto che sono meravigliosi, innovativi e potenzialmente ricchi di spunti e possibilità di realizzare di tutto un pò. Spiegarvi in teoria cosa siano non è semplice ma ci proverò anche se gli esempi che seguono vi aiuteranno di certo a capire meglio di cosa si tratti. Sketch in inglese significa schizzo ed è una tecnica di decorazione delle foto, un modo molto stile "urban" di abbellire le foto nostre, dei nostri amori, dei nostri viaggi, per creare un contorno a tema con la foto che accoglie rendendola più incisiva di quanto da sola non sia. Il bello che a mio personale parere ha questa tecnica è che si può utilizzare davvero di tutto, nulla è vietato, un pò come tutto nello scrap, è possibile riciclare, cambiare destinazione d'uso agli oggetti, capovolgere e stravolgere un oggetto rendendolo adatto ad un impiego paradossalmente diverso  da quello di origine.
Al momento come sapete di sketch ne  ho fatto uno solo e l'avete già visto in questo post per cui al momento non ne ho altri da mostrarvi, posso però condividere con voi gli esempi di sketch che si possono usare per realizzare e personalizzarne di nuovi ogni volta.
Ecco alcuni esempi.




















mercoledì 2 luglio 2014

Una nuova risorsa... gli stencil.

Durante il mio girovagare per il web mi sono imbattuta in un video su you tube che istruiva su come utilizzare gli stencil e il gesso per decorare cards e album. Inizialmente ero scettica di fronte a questo manipolare di materiali uno sull'altro, poi man mano che il progetto in video prendeva forma il mio cervello ha cominciato a liberare endorfine ed è partito l'embolo.... per cui a cascata ho cominciato a documentarmi sull'uso di questi stencil ma soprattutto sulle paste che si potevano usare per applicarli al meglio. Ho scoperto che il gesso, componente materica per eccellenza, si realizza anche facilmente in casa, utilizzando bicarbonato di sodio oppure talco misto a colla vinilica e chi lo preferisce a colore acrilico per colorarlo appunto.
Non solo ma è anche possibile conservarlo e renderlo più o meno liquido a seconda delle rispettive esigenze per cui qualora il composto risultasse troppo denso è possibile aggiungere un goccio d'acqua per aumentarne la viscosità. Insomma non sto a dirvi che i passi successivi sono stati scontati quanto ovvi e che alcuni esperimenti erano d'obbligo, e non sto nemmeno a dirvi che non potevo non pubblicarli qui per dare, a chi ancora non ne conoscesse le potenzialità, una dimostrazione pratica dei risultati che si possono ottenere applicandoli poi a diversi progetti, più o meno semplici ed articolati. Ovviamente lo stencil materico ha una componente più a rischio rispetto alle semplici timbrate perchè dovendo applicare direttamente sul progetto della materia semiliquida occorre maneggiare il tutto con maggiore attenzione in quanto non è possibile sistemare o aggiustare e tantomeno rimuovere qualora l'effetto ottenuto non ci piaccia, pertanto consiglio di fare prima qualche prova su carta di recupero per essere certi di raggiungere l'effetto desiderato. Qualora invece si volesse utilizzare lo stencil con il semplice tampone di inchiostro, ovviamente avvalendosi di una spungetta o del blending tool, direi che una volta decisa la giusta posizione è possibile procedere ad inchiostrare senza troppi timori. Sarà sufficiente un pò di cautela per non spostare inavvertitamente lo stencil rovinando l'effetto scenico.
Questo che vedete è il mio primo "sketch" non è il massimo perchè si possono davvero realizzare composizione molto più articolate, ricche, divertenti e creative soprattutto ma da qualche parte bisogna partire ed io ho scelto di partire dal mio mito, non amo le foto in generale e non amo le mie di foto in particolare, per cui ho deciso di immortalare lui, il mio mito, il personaggio che oltre ad essere stato un'icona dello star system americano a partire dagli anni '50 è anche stato un uomo ricco di componenti personali a cui è rimasto fedele sempre, così come alla sua unica e meravigliosa moglie. Era bello davvero e qui il suo sguardo ha di certo aiutato un layout non proprio riuscitissimo.