venerdì 23 maggio 2014

Qualche cards dell'ultimo minuto

Quando mi coglie la voglia irrefrenabile di scrappare non ce n'è per nessuno... persino il gatto capisce che è meglio cercare altri lidi perchè io ho occhi solo x montagne di carta e affini.
Quelle che vedrete qui di seguito le ho realizzate prima di partire per il week-end al poggio e dal rientro non sono più riuscita a prendere in mano nulla nonostante al poggio abbia fatto incetta di materiale molto adatto ai miei lavori di vintage-scrap.
Qualcuno ve lo mostro in anteprima.

















mercoledì 21 maggio 2014

GIVEAWAY: work in progress

Sto giveaway che ho lanciato sembra un pò sfigato! Non mi sono dimenticata nè tantomeno ho cambiato idea al riguardo, piuttosto ho ordinato alcune cose che volevo inserire nei premi ma tardano ad arrivare. In pratica il venditore si è proprio scordato di mandarmele!!!! Quindi tocca aspettare e soprattutto depennare questo negozio dalla lista di quelli meritevoli perchè dimenticarsi di un ordine in toto non è commercialmente una gran genialata!!!!
Quindi mie care followers abbiate tanta pazienza che sto giveaway si presenta essere un diesel un pò come la sua ideatrice... ma non disperate mi farò perdonare anche per queste lungaggini non previste, nel frattempo consoliamoci con qualche cards fresca di sfornata.
Ho deciso di copiare pedissequamente la tecnica che usano le blogger americane ossia, inserire nei post in cui sono presentati dei progetti tutti i dati degli strumenti utilizzati per ottenere quel progetto. A me in passato è servito molto per imparare a conoscere marchi e fustelle a me fino ad allora del tutto sconosciute e quindi ho pensato che potrebbe essere un'idea a beneficio di chi usa i miei progetti per prendere spunti creativi utilizzando alcuni strumenti per sfogare la propria creatività. Pertanto al fondo troverete d'ora in poi tutti i nomi di tutto ciò che ho utilizzato per realizzare il progetto presentato.
Poi mi direte voi se l'idea vi sembra utile o meno.



kesi'art (art)
spellbinders (grommet tags - sweet lace hearts)
die-namics (decorative doily duo - small)
stampin up (modern label punch - flag punch)
sizzix (framelits scallop hearts)
pearls (various)
paillettes
ribbon (kraft)
paper (digital files on ivory cardstock)
clear stamps (forever friends - black & gold)


lunedì 19 maggio 2014

Laboratorio di Scrapbooking all'Happy Maker Station

Ce l'ho fatta.... finalmente riuscirò a realizzare un progetto cui tenevo da un pò e che mi mette di buon'umore. Trovarmi con altre ragazze per parlare di progetti scrap, di attrezzature, per sperimentare insieme nuove idee e nuove tecniche, vedere i loro volti illuminarsi di fronte alle magie che si possono realizzare con i file digitali. Insomma tutto questo diventerò realtà il prossimo sabato perchè in occasione dell'Happy Maker Station ci sarà questo laboratorio di scrap con alcune ragazze che han deciso di partecipare.
Allego la locandina dell'evento a cui parteciperanno un sacco di altri ragazzi creativi con oggetti davvero unici se siete in zona e avete voglia di conoscermi o se volete provare a cimentarvi in questa tecnica meravigliosa contattatemi per l'iscrizione.

venerdì 16 maggio 2014

Fustelle dall'Australia

Per questa nuova tornata di fustelle ho deciso di realizzare un post apposito visto che l'annuncio inserito su facebook aveva raccolto grandi consensi da parte di tutte le patite di fustelle e quindi eccole in tutto il loro splendore spiegate in questo video che vi allego, se avete domande sapete che non avete che da chiedere.

mercoledì 14 maggio 2014

Una scatola scrapposa per un pranzo very shabby.

Mi sono ritrovata a dover realizzare un progetto nuovo e siccome le sfide devono essere uno stimolo per evolvere e scoprire mondi sempre nuovi, superata la titubanza iniziale mi sono buttata a capofitto in questo progetto che ha richiesto un certo impegno. In pratica mi è stato chiesto di realizzare una scatola di misure abbastanza grandi da poter contenere alcuni alimenti destinati ad un pranzo.
Le scatole che realizzo solitamente con l'envelope sono legate alle misure standard indicate in molti video tutorial editi da blogger americane ma mai nessuno ne ha realizzato uno in cui spiega il principio base per poter realizzare qualunque misura di scatola con l'ausilio dell'envelope punch board.
Come diceva mia nonna, necessità non vuol legge, per cui armata di grande impegno ho cominciato a pensare alla forma che la scatola ha in origine e al principio che avrei potuto applicare per ampliare le misure usando ovviamente sempre lo stesso principio su cui si basa l'envelope punch board.
A forza di fare prove e tentativi sono riuscita a capire come fare ed ovviamente il successo mi ha dato una gran carica, mi son sentita un piccolo architetto al suo primo lavoro importante. Ovviamente dopo aver superato questo ostacolo non da poco il dover decorare le scatole con la tecnica dello scrapbooking è stato il meno perchè in parte dovevo applicare degli elementi che mi erano stati specificatamente richiesti e poi perchè non volevo appesantire troppo il tutto.
Questo è il risultato di tanto lavoro.
Comunico a tutte le mie compagne di sogni scrapposi che appena riuscirò posterò il tutorial su you tube, abbiate pazienza perchè non è una cosa semplice da fare e al momento sono assorbita da lavori che devo consegnare, ma sarò di parola.






lunedì 12 maggio 2014

Stampin up: punches e stamps new entry

Ennesima tornata di acquisti della stampin up. Visto che ormai ho già collezionato diverse cose questa volta mi sono contenuta e ho preso soltanto due punches ed un set di timbri, avendo però raggiunto la cifra necessaria per avere accesso all'oggetto omaggio ho scelto un altro set di timbri davvero deliziosi. E di seguito qualche card in cui li ho usati per vedere quanto potenziale hanno e come sono versatili i loro prodotti.




venerdì 9 maggio 2014

In cerca di ispirazione

Mi è stato chiesto di realizzare un tableau de mariage con relativi segnatavoli abbinati. Panico! Mai fatto prima una cosa del genere per cui dopo aver approfonditamente avvisato la sposa della mia ignoranza ed averla trovata comunque ben disposta  a mettersi nelle mie mani, sperem, ho fatto un pò di ricerche sul web per capire cosa avrei dovuto realizzare e cercare qualche spunto da trasformare con un tocco ovviamente shabby che non può mancare. Questo è quello che ho trovato e che incontra il mio gusto.... speriamo anche quello della sposa!!!!






mercoledì 7 maggio 2014

In maggio "sul" poggio...

Questo post per me ha un sapore davvero particolare perchè racchiude in sè emozioni talmente forti che dubito fortemente di riuscire a trasporle qui esattamente come le ho vissute tanto sono state violente nel loro manifestarsi e sorprendenti e tragiche nella loro leggerezza. 
Ho trascorso un week-end in cui mi sentivo una ventenne per l'entusiasmo e la voglia di esplorazione ed una quarantenne per la dose di lucida consapevolezza che a vent'anni non avevo. 
Son partita con due fanciulle davvero notevoli alla volta di Firenze, sotto un cielo torrido di sole esplosivo ma con tanta voglia di esserci; una volta raccolta la Barby in quel di moncalieri siam partite alla volta di genova a recuperare l'altra presenza immancabile in questa mini vacanza ossia Loredana che ha seguito uno dei corsi di Sarah Tognetti proprio nella sua ormai notissima dimora che vista dal vivo credetemi è ancora più spettacolare che in foto.
Il viaggio è ripreso poi alla volta di Firenze dove siamo arrivate spossate e affamate in cerca del nostro letto. Le vicissitudini che si sono susseguite ve le risparmio perchè davvero poco creative ma è anche vero che una vacanza memorabile non può dirsi tale senza qualche imprevisto da superare, ed infatti dopo aver brillantemente risolto qualche intoppo siam crollate tra le lenzuola piene di vorace curiosità per ciò che ci attendeva l'indomani.
Dire che siam state le prime a presentarsi all'ingresso del "poggio" è eccessivo ma se non le prime di certo le seconde!!!! Tanta era la voglia di vedere, toccare, annusare, col timore di perdere di vista qualcosa, un particolare, avide di visioni quali quelle che si sono presentate poi al momento dell'ingresso sul "poggio".
La location posso dirlo senza temere smentite era davvero surreale, sembrava vagamente di essere sul set di un film di Fellini, in mezzo a questi ulivi che con dosata invadenza si inserivano tra i banchetti di bianco vestiti, e sullo sfondo i tetti di una firenze un pò coperta da diverse nuvole ma sempre assai scenografica agli occhi di chi come me non è solita avere paesaggi simili da gustare. Le foto che seguono parlano da sole, peccato per le prime che essendo assai nuvolo sono rimaste un pò buie ma in tarda mattinata il sole ha deciso di uscire e scendere a vedere queste meraviglie con noi regalando una luce potente che mi permette ora di mostravi il resto del reportage fotografico al top della forma.
Per gli acquisti che ho vogliosamente fatto miei vi rimando al prossimo post perchè sennò questo diverrebbe troppo lungo o per alcuni forse anche troppo breve. Meglio così davvero, in un'altra occasione tornerò sull'argomento "poggio" per mostrarvi il mio bottino prezioso e magari qualche progetto già realizzato nel frattempo.
Ringrazio l'organizzatrice Dani Verde Salvia che oltre a risiedere fisicamente sul "poggio" ha avuto il coraggio di organizzare tutto questo a casa sua regalandoci una giornata quasi surreale, ringrazio le mie compagne di viaggio che sono state pronte, lucide ma anche leggere e adorabili nel condividere questa passione per lo shabby chic.
Alla prossima avventura....vi aspetto al varco:)