venerdì 28 dicembre 2012

Una new entry nella mia cucina

Ciao a tutti e buone feste a tutti anche se in ritardo. Io non amo molto i convenevoi legati ai riti imposti dalle festività che spesso ci obbligano ad essere prodighi di carinerie nei confronti di tutti indistintamente mentre nel profondo sentiamo di compiere uno sforzo notevole non certo compensato dalle altrettanto artificiose carinerie altrui. Non per tutto ovviamente nutro questa repulsione, infatti sostengo ad oltranza quanto sia più genuino un chiaro rifiuto al conformismo riservando ai pochi eletti il privilegio di un augurio spontaneo e schietto. A parte questo preambolo che ovviamente è il mio personale punto di vista vorrei introdurre la novità fresca fresca di giornata. Per Natale ho inaspettatamente ricevuto un regalo che in quanto "inaspettato" è risultato assai gradito ossia un forno a microonde. Nella mia cucina in effetti mancava e da tempo meditavo di acquistarlo non potendo negare quanto la sua utilità sia davvero provvidenziale in molti casi di urgenza, fretta, necessità o semplicemente pigrizia. Dopo aver superato la subitanea sorpresa, da donna pragmatica quale sono, ho immediatamente realizzato il problema ossia ... dove lo metto? In pratica la mia cucina è strutturata in modo tale per cui questo oggetto che non è affatto di piccole dimensioni può essere ingombrante e pertanto devo velocemente trovare una soluzione, pratica ma poco invasiva onde evitare di dover modificare la posizione dei mobili. Siccome la struttura portante è firmata IKEA direi che non dovrebbe essere un problema procurarsi un mobile destinato a contenere un forno a microonde ma permane il problema ... dove lo metto? A mò di pensile è da escludere xchè nella mia cucina non ci sono pensili ma solo mensole, eccezion fatta per quello sopra il piano cottura che non voglio proprio pensare di dover smontare e spostare. Un mobiletto tipo questo sarebbe fantastico di fiano alla credenza della mia nonna non vi pare?
http://www.ikea.com/it/it/images/products/stenstorp-carrello__0119162_PE275329_S4.JPG 
Il problema è che il piano è piccolo!!!
Poi ci sarebbe questo che non sarebbe male e poi potrei dipingerlo con il colore della credenza. Perfetto le misure sono le sue.... urrà!!! Guai a chi critica malamente l'IKEA, ha una soluzione per ogni problema e spesso anche più d'una a prezzi davvero abbordabili.... con meno di 40 euro ho risolto il problema in un battibaleno!!! Domani destinazione IKEA!!!!!

http://www.ikea.com/it/it/images/products/bekvam-carrello__82361_PE208090_S4.JPG 
Quando l'avrò piazzato posterò  le foto de risultato ottenuto e ditemi cosa ne pensate se vi va!!!
Auguro a tutti buon anno nuovo.

mercoledì 5 dicembre 2012

Shabby è..........


Tra le tante passioni che sono esplose nella mia testa in questi ultimi anni quella per l’arredamento in stile shabby chic è senz’altro la predominante. In tanti mi chiedono cosa sia questo shabby ed in effetti trovo riduttivo dare una spiegazione che si limiti alla mera tecnica di intervento sui mobili recuperati da vecchie cantine o da qualche robivecchi, trovo invece che per chi lo ama lo shabby sia un vero e proprio stile di vita. Si è “shabby”, nell’arredamento certamente, ma anche nell’abbigliamento, nella scelta degli accessori, dei profumi, addirittura nel modo di pensare. Ampliando quindi il discorso diventa difficile spiegare a chi non ha alcuna imbastitura sui generis cosa significhi lo “shabby” nel senso lato che intendo io. Voglio provarci qui e chi passasse per qua e volesse condividere con me in rete la sua personale definizione di “shabby” lo faccia liberamente così da permettere a me e a chi mi legge di conoscere altri orizzonti “shabby” che sono convinta siano davvero infiniti.
Shabby è: un dettaglio che in un ambiente anonimo diventa il punto di maggiore attrazione trasformando tutto il resto in vera e propria attrattiva.
Shabby è: la leggerezza che esplode con forza lasciando trasparire solo un senso di delicatezza.
Shabby è: libertà di espressione.
Shabby è: gioco cromatico privo di regole ma ricco di luce.
Shabby è: senso di morbidezza che traspare dal vecchio che ritorna.
Shabby è:…………………………………………………………………………….




Tutto questo per me è shabby..........

giovedì 29 novembre 2012

Londra: una città molto shabby

Sono tornata da pochi giorni dal mio viaggetto in quel di Londra, prima volta nella vita ma a saperlo avrei aspettato meno per visitarla. Quello che si dice sia come attrattive turistiche che come atmosfera è verissimo, si respira un'aria di fermento ma allo stesso tempo di relax, almeno questo è quello che ho percepito io. In meno di quattro giorni ho visto tutto quello che c'era da vedere, escludendo chiese e musei che non sono la mia attrattiva preferita. Amo girare per le strade senza meta, senza cartina nè guida perchè ho scoperto col tempo che è il modo migliore per scoprire i posti più caratteristici e gli angoli di mondo più vivi che non sono affatto quelli indicati sulle mappe per turisti. E così è stato! Ovviamente non ci si poteva esimere dal vedere anche ciò che la guida suggeriva ma alla fine i posti che mi hanno più emozionata sono stati quelli meno approfonditi dalle guide turistiche. In particolare la prossima volta che ci tornerò di certo vorrò soggiornare a Covent Garden che è un quartiere molto caratterstico e molto vivo, un angolo di Londra dove i palazzi sono in pieno stile vittoriano e i negozi hanno quella caratterstica estetica di colori e strutture architettoniche dai colori pastello che io trovo molto Shabby. Anche gli arredi all'interno di questi palazzi che son quasi tutti privi di tende e permettono di sbirciare all'interno sono tutti molto in stile english e in tutte le sfumature del bianco, dell'avorio e del tortora tipicamente Shabby. Persino i dolci nelle vetrine, dai tipici cupcakes ai fantastici Macaron rispecchiano in tutto e per tutto questo stile. Posto qui di seguito qualche foto scattata al volo.
 






domenica 25 novembre 2012

Etsy: un mondo dinamico

Oggi voglio parlalrvi di un negozio molto particolare che ho scoperto su Etsy e che propone oggetti particolarissimi per impreziosire e personalizzare i miei lavori di cucito creativo. Il negozio si chiama JolinTsai's e questi sono alcuni dei prodotti che propone tra le migliaia disponibili a prezzi molto abbordabili. Ovviamente ho proposto qui le foto di quelli che interessano a me ma si possono trovare anche i washi tape, pizzi, merletti e tantissime fantasie di stoffa da lino al cotone.

venerdì 16 novembre 2012

Un divano comodoso

Ho scovato questo bellissimo divanetto e mi sono illuminata d'immenso perchè mi ha fornito uno spunto per cambiare l'aspetto, al momento orrendo, del divano che ho nella camera dove cucio, stiro, leggo e che funge anche da cabina armadio. Le dimensioni sono quelle ma in effetti il tessuto della fodera è tutt'altro che shabby e non sarebbe male sostituirla con un tessuto allegro come questo.

 
Oggi però volevo mostrare nello specifico alcune soluzioni davvero pratiche ma altrettanto gradevoli esteticamente di come mi piacerebbe arredare la stanza dove lavoro. Il divano potrebbe davvero trasformarsi solo con una fodera come quella su esposta ma anche il resto avrebbe bisogno di un restyling. Ecco alcune foto che ho trovato sul web e che offrono degli spunti pratici e facili da copiare per arricchire le stanze meno esibite agli ospiti della nostra casa. Non so voi ma quando ho ospiti a casa cerco sempre di evitare di mostrare la camera in questione perchè è proprio spoglia e caotica nello stile per cui mi piacerebbe renderla quantomeno gradevole con piccoli accorgimenti.
Eccone alcuni.

martedì 13 novembre 2012

Tessuti total shabby style

Uno spazio non potevo non dedicarlo ai tessuti. Come ho già scritto in passato ho scoperto la passione per il cucito creativo e quando ciò è avvenuto questa passione ha scatenato in me una smania di possesso incredibile. Mi spiego meglio, navigando sul web per pura curiosità ho pian piano scoperto che esistono una marea di siti italiani ma soprattutto americani ed esteri in generale che vendono anche on-line dei tessuti a dir poco meravigliosi caratterizzati da fantasie ed abbinamenti di colori che nei negozi qui in Italia ma soprattutto nella zona di cuneo dove abito io proprio non sanno nemmeno che esistono. Quelle bellissime tonalità color panna, avorio, melange abbinate ai colori pastello con fantasie di pois, fiori, righe adattissime al tipo di arredamento shabby non so voi ma non le ho mai viste anche nei negozi più forniti. I pois poi sono praticamente introvabili, o quantomeno solo con sfondo magari rosso o blu e pois bianco, orrendo e totalmente inadatto allo stile che piace tanto a me. Così spinta dalla mia curiosità ho provato ad azzardare un acquisto da uno di questi siti per poi diventarne totalmente dipendente e scoprendo così un mondo fantastico che pensavo proibitivo e irraggiungibile. Ora ho un armadio stipato di pezzi di stoffa di cotoni americani, francesi, inglesi e tedeschi, lini di tutti gli spessori e colori dal bianco al color corda naturale che posso sbizzarrirmi ad abbinare tra loro come meglio mi ispira la fantasia del momento. Tra l'altro, in america sono talmente amanti nella tecnica del patcwork che si possono acquistare quelli che loro chiamano "bundles" e che sono nient'altro che diversi pezzi di stoffa con fantasie differenti ma affini e già selezionati da loro per la composizione di progetti con varie forme usando appunto le fantasie incluse nel bundle. Io ne ho comprati un paio perchè il mio sogno sarebbe quello di cucire da sola una una coperta in stile patchwork e sono davvero sorprendenti. Se qualcuno ha già esperienza sull'argomento sono curiosa di apprendere altre preziose info al riguardo.
Ecco alcuni degli ultimi tessuti acquistati:
Pois grigio su sfondo avorio
Questo bundle creato da Rachel Ashwell è davvero molto delicato nelle tonalità del grigio e melange.
 Questo è un altro bundle che include ben 13 fantasie diverse tutte sulla tonalità crema.

Prossimamente posterò i lavori creati con questi tessuti.

giovedì 8 novembre 2012

Shabby cake

Lo scorso 28 settembre sono stata a Manualmente a Torino per la consueta rassegna sulle arti creative che ovviamente include anche e soprattutto stoffe americane e francesi utilizzate specificatamente per realizzare lavori di patchwork e cucito creativo in generale e che io adoro alla follia. La qualità della stoffa è sicuramente uno degli elementi a favore di questo prodotto straniero ma la cosa che a mio avviso le rende così appetibili e adatte sono le fantasie ed i colori utilizzati. Tutte le tonalità del beige, avorio, crema, tortora abbinate a colori più decisi ma sempre molto delicati che creano un mix tale che si sposa perfettamente con quel tipo di arredamento shabby che io tanto amo. La novità di quest'anno però è stata la destinazione di una parte della fiera alla rappresentazione del cake design. Credo sulla scia di tutte quelle trasmissioni sulla cucina americana ed alcune in particolare che evidenziano lo stile americano per la realizzazione di torte nuziale e dolci in generale assai curati nell'estetica e fatti talmente bene da sembrare quasi finti.

A dirla tutta queste torte a più strati a me non fanno così tanto impazzire dal punto di vista golosino, per quanto di certo appagano l'occhio mentre invece ciò che adoro da buona golosa sono i Macaron. Quei perfetti dolcetti multicolor fatti con la farina di mandorle e farciti con creme di vari gusti si che mi attirano tantissimo. Devo aver esternato a più riprese questa preferenza perchè mi hanno regalato un libro che spiega con dovizia di particolari il procedimento attraverso cui poterli realizzare e se non fosse perchè mi ci vorrà come minimo l'aspettativa dal lavoro li avrei già fatti. Per il momento accontentatevi del libro che ho letto per bene e che vi consiglio se avete tempo per provare e poi ovviamente erudirmi sui risultati.


mercoledì 31 ottobre 2012

Discovering my Big Shot

Un post tutto suo lo merita senz'altro l'acquisto della mitica Big Shot. Ho scoperto casualmente la sua esistenza pochissimo tempo fa navigando per la rete ed è stato amore al primo clic. Forse attratta dai colori e dalla forma assai strana ho voluto approfondirne la scoperta per capire a cosa servisse questo strano marchingegno che in effetti presenta una forma che non aiuta, almeno per me, a comprenderne l'utilizzo.
A me sembra carinissima già solo a vederla ma scoprendo quante fantastiche applicazioni ha diventa ancora più appetibile. Trattasi nello specifico di macchina fustellatrice manuale, da sola così come appare non permette di fare granchè ma avvalendosi di alcuni accessori che sono inclusi nella confezione rappresenta la spinta propulsoria alla creatività ed alla fantasia di chiunque. E' utilizzata credo dalla stragrande maggioranza di appassionati di Scrapbooking ma esistono molti e variegati modi per utilizzarla nell'ambito del cucito creativo principalmente per i lavori di appliquè ma non solo perchè avvalendosi delle tantissime fustelle, che vanno inserite all'interno del rullo e fatte scorrere con la manopola laterale, davvero carinissime è possibile tagliare forme di tessuto che possono essere abbellite da stampe fatte con timbri o direttamente con la stampante, con nastri, pizzi e merletti o creare magari del movimento cucendo più strati della forma ottenuta con le fustelle ma con dimensioni differenti e tessuti con fantasie diverse.
Al momento non riesco a postare nessuna foto che spieghi nello specifico come fare perchè è tutto imbastito con prove su pezzi di stoffa di recupero o di avanzo e nonostante l'attrezzatura per il cucito sia tutta pronta la stanza dove cucio abitualmente è in fase di rinnovamento. Ho infatti intenzione di aggiungere un piano di lavoro appoggiato a due cavalletti di recupero su cui poter tagliare con comodità le mie stoffe. Il tutto è rallentato dal fattoche come tutti i mobili di casa mia anche il piano di lavoro va reso shabby, quindi deve passare attraverso la fase di carteggio e pulizia, quella di verniciatura e ricarteggiatura per renderlo perfettamente liscio al fine di far scivolare agevolmente la stoffa. Passate queste giornate di impegni febbrili legati a festività e impegni pregressi mi dedicherò anima e corpo al completamente di questo ennesimo strumento di lavoro e poi posterò qui tutto ciò che da esso e dalla mitica big shot uscirà.
Buon week-end lungo a tutti.

martedì 30 ottobre 2012

Si riparte!

Dopo aver tanto latitato dal mio blog ho deciso di ripartire con energia e creatività. In questi lunghi mesi di assenza ho meditato su che impronta dare a questo spazio tutto mio e soprattutto ho investito tempo e denaro per creare una base a quella che vorrei diventasse in futuro un'attività a tutto tondo. Ho scoperto da poco la passione per il cucito creativo, così mi sono informata sulla possibilità di frequentare dei corsi sull'argomento per apprendere la tecnica che mi mancava, ma purtroppo nella mia zona non ho trovato nulla che facesse al caso mio. Ho comprato innanzitutto una fantastica macchina per cucire oltre a riviste, libri, per non parlare dei chili e chili di stoffa in arrivo da mezzo mondo per esercitarmi a realizzare accessori, borse, cuscini e tutto ciò che fosse possibile cucire. Ho preso qualche lezione da una sarta per apprendere almeno i rudimenti del cucito e a forza di fare qualcosa ho prodotto. Visto poi il consenso ricevuto da amiche che si sono anche affidate alla mia fantasia per affidarmi dei lavori da fare per loro ho deciso di aprire un negozio on-line sul sito Etsy.com. Chiunque ancora non conosca questo portale suggerisco davvero di visitarlo e a fondo, a prescindere dalle mie creazioni che lì troverete in vendita, fateci un giro perchè io ancor prima di diventare seller ero e sono tuttora buyer, nel senso che compro abitualmente oggetti. In due parole vi spiego che si tratta di un portale dedicato esclusivamente alla compra-vendita di oggetti per la maggior parte realizzati a mano, i cosiddetti "handmade" che chiunque può inserire nel proprio spazio web e chiunque può acquistare, da qualunque posto nel mondo. 
Ho scelto Etsy piuttosto che altri siti analoghi quali ad esempio Ebay perchè è fatto molto bene, è intuitivo e poi perchè è specifico per chi come me vuole proporre oggetti nati da ispirazioni pure e non legati a meccanismi di mercato quali sono quelli del mero commercio. Io non so se quello che realizzo troverà riscontro negli apprezzamenti altrui ma quantomeno è stato tutto realizzato con il solo intento di soddisfare la mia voglia di creaitività. Il mio negozio si chiama ovviamente "Shabbyandsewing" e al momento è un pò spoglio ma ho intenzione di iniziare a smaltire tutta la montagna di stoffe, nastri, pizzi, charms e bottoni che ho acquistato in questi mesi girando per il web e per i negozi. Sono curiosa di sapere da chi avrà voglia di spendere un pò del suo tempo per visitarlo cosa ne pensa perchè ho proprio bisogno di pareri oggettivi e sinceri per andare avanti nella giusta direzione.

domenica 8 gennaio 2012

SOLE SOLE E ANCORA SOLE.... ED IO A LETTO!!!!

Oggi vi presento la mia coinquilina Chiri, che e` la fonte di molti disastri a casa mia, il divano avrebbe qualcosa da dire in proposito, ma che e` soprattutto fonte di grande gioia e ilarita`. L`amore per gli animali e` davvero la panacea di molti disturbi derivanti dal vivere quotidiano e` un amore inocndizionato che viene gratificato con tanti piccoli gesti e ricambiato a prescindere.







sabato 7 gennaio 2012

IN DIRITTURA D'ARRIVO

Visto che i giorni di ferie stanno ormai volgendo al termine e considerando che nello specifico di ferie ne ho fatte praticamente nessuna oggi che l'influenza ha voluto omaggiarmi di un pò di tregua ho navigato per il web scovando tante foto molto interessanti e che pertanto posto qui per chiunque voglia deliziarne. Questa in particolare mi sembra molto adatta alle scenografie natalizie appena trascorse e quindi con un pò di nostalgica gioia ve la propongo.

arcadianhomedecor.com

I soffitti a spiovente dei piani mansardati sono per me una vera passione e di certo il fatto che la casa dove abito sia stata concepita proprio con questi canoni per me è stata una delle ragioni per cui l'ho scelta. Bisognerebbe scriverci un post dove selezionare le ambientazioni shabby che a parer mio si abbinano perfettamente a questo tipo di soluzioni e la foto che segue ne è una prova indiscutibile.



















paperblog.com

Il letto a baldacchino si o il letto a baldacchino no?? Questo è il dilemma. Ora a detta di molti risulta molto pomposo come soluzione per la camera da letto e necessita ahimè di molto spazio per permettergli la dovuta valorizzazione ma io trovo che sia di grande effetto. Scelto con temi e toni eleganti a mio avviso risulta una soluzione davvero d'impatto che gli architetti moderni non credo considerino molto viste le dimensioni riservate alle camere degli appartamenti che vanno costruendo oggigiorno e che mal si sposano con tutto ciò che è shabby. Questo che ho trovato sul web mi pare molto gradevole nella sua semplicità.



interiordesign-center.com

Nella versione che invece io non amo particolarmente ossia ciel de lit che però in questa scelta mi pare molto leggero e piacevole.

 interiordesign-center.com

Le cornici che io adoro e che cerco sempre con ingordigia nei mercatini dell'usato "le francesine" in questa foto sono rappresentate come una gigantografia molto d'effetto proprio perchè invece del canonico color dorato che è il colore tipico di questo tipo di cornici francese viene proposta in un delicato bianco latte che è sicuramente ciò che ne permette la godibilità in dimensioni così grandi.



















diigo.com

Qui ho scovato questo bellissimo piano di lavoro per la cucina vissuto in pieno stile shabby che ricorda un pò a tutti penso le cucine delle nostre nonne e quindi anche della mia.
diigo.com

Per rimanere in tema di campagna questo letto in ferro battuto rigorosamente bianco ma con questo cestone favoloso ai piedi è un altro dei miei sogni in attesa di realizzazione

Per finire in bellezza mi ha colpito molto questo ingresso ricco di cornici come piace tanto a me ma per la realizzazione del quale vi confesso che ho penato non poco perchè se pensate che realizzare una parete di cornici di dimensioni differenti sia facile proprio perchè appesi senza una logica di simmetria sappiate che vi sbagliate. Riuscire a disporle in modo tale che appaiano totalmente asimmetriche ma in totale armonia tra di loro è stata una delle cose che ha richiesto più impegno nella realizzazione della mia casa. Anche nel disordine esiste una logica ed una soltanto... pare!!!!

 

venerdì 6 gennaio 2012

CHI NON MUORE SI RIVEDE!!!!


Per compensare la lunga assenza motivata da malanni di stagione ma anche da trasferte più o meno lunghe e da un pò di lavoro per terminare qualcun'altra creazione vi mostro una foto davvero carina di un armadio che amerei tanto avere nella mia camera da letto ma a cui ho dovuto rinnciare perchè troppo piccolo per contenere tutta la mole di abiti e affini che possiedo. Un armadio simile e di certo anche più grande avrei potuto accaparrarmelo e ristrutturarlo in total Shabby se solo avessi potuto averne una mezza dozzina anzichè uno... il problema è che a casa mia lo spazio per contenere mobili così dannatamente belli ma fuor di dubbio anche così ingombranti non ce n'è!!!!